CST-CIS-150x150.jpg
11 / 07 2019

Obbligo Certificato Idoneità Statica? Chiedi a CST EBM

0 Comment Maurizio Calzolari

Negli ultimi anni si è parlato molto dell’obbligo del Certificato di Idoneità Statica (CIS). Molti amministratori mi contattato perché non sono sicuri se riguardi anche il loro condominio. Oppure perché hanno semplicemente bisogno di maggiori chiarimenti sulla procedura corretta per richiedere il rilascio del CIS.

Effettivamente, quando si affrontano tematiche delicate come normative, sicurezza dei condòmini e investimenti immobiliari, è importante chiedere l’assistenza di un professionista del settore. Ed è proprio questo il motivo per cui in CST abbiamo creato il servizio di EBM (Energy Building Manager).

Il CIS è obbligatorio?

Come ho spiegato in altri articoli qui sul blog di CST, il Certificato di Idoneità Statica attesta le condizioni di sicurezza delle strutture portanti dell’edificio secondo le norme previste al momento della sua costruzione, attestandone l’idoneità statica. Proprio a questo fine viene richiesto dai notai al momento della vendita dell’unità immobiliare per essere consegnato al nuovo proprietario.  

Il nuovo regolamento edilizio del Comune di Milano ha istituito l’obbligo del CIS innanzitutto per tutti i fabbricati che superano i 50 anni. Tuttavia non finisce qui. Redatto ai sensi dei DD.MM. 15/05/1985 e 20/09/1985, il Certificato di Idoneità Statica è inoltre obbligatorio per gli edifici interessati per almeno la metà della loro superficie da:

  • Cambio di destinazione d’uso.
  • Interventi di manutenzione straordinaria.
  • Restauro e risanamento conservativo e ristrutturazione se non sussistono gli estremi di legge per un nuovo collaudo statico.

Rispettare questo obbligo nei limiti temporali previsti è fondamentale, perché altrimenti verrebbe meno l’agibilità dell’edificio o delle sue parti non certificate. Un disagio che è meglio evitare.

 CST Energy Building Manager e CIS: ti consigliamo noi!

Per ottenere il rilascio del Certificato di Idoneità Statica è necessario seguire la procedura prevista dalla normativa. Nello specifico, occorre effettuare di una serie di accertamenti e indagini. Ossia:

  • Verifiche di primo livello

Si tratta di “analisi di tipo qualitativo, basate sia su ispezioni visive che su valutazioni della storia e del contesto in cui l’edificio è posto.”

  • Verifiche di secondo livello

Basate su “indagini sperimentali e/o analitiche che consentano di valutare e definire come intervenire sulla struttura.”

Lo so. Può sembrare complicato se non si è del settore. Infatti, molti amministratori si trovano a non avere la documentazione corretta o in ordine per poter procedere con il rilascio del CIS.

Niente panico! In CST abbiamo creato un servizio proprio per aiutare i nostri clienti a orientarsi in questo tipo di situazioni. Sto parlando dell’Energy Building Manager.

Di cosa si tratta? L’EBM è un team di tecnici professionisti che presentano diverse specializzazioni orientate al benessere del condominio e all’impiantistica dell’edificio. Si tratta di professionisti con anni di esperienza, il cui obiettivo è verificare le condizioni di sicurezza e di efficienza energetica degli edifici e di individuare gli interventi mirati al loro miglioramento.

Sarà dunque premura dei nostri tecnici certificati EGE verificare la situazione del tuo condominio e la documentazione relativa al CIS, così da consigliarti sul migliore piano di azione. Ma non solo. Offriamo un altro grande vantaggio: una volta richiesta la consulenza per verificare dell’effettiva esigenza del Certificato di Idoneità Statica, non sei vincolato in alcun modo a richiedere il servizio da noi!

Vuoi maggiori informazioni? Contataci ora e richiedi la tua consulenza.

Leave Comments

sei + diciannove =

Top