Valvole termostatiche si? Valvole termostatiche no? Maurizio Calzolari risponde

Quando è giusto istallare le valvole termostatiche?

Il legislatore europeo e da poco anche quello italiano pongono al centro di ogni intervento il rientro economico dell’investimento, ovvero nel settore energetico tutto deve essere trattato come un investimento, anche le proposte di finanziamento.
Ora anche in Italia vi sono le ESCo e gli EGE, ma ne i condòmini, ne molti amministratori sono preparati ad analizzare i dati. Come non sono nemmeno pronti, spesso, i progettisti.

Quali gli ostacoli ancora dal punto di vista legislativo e quali i punti di forza di CST come istallatore?

L’applicazione di quanto definito dalla conferenza stato-regione va benissimo, ma tarda a diventare legge, quello che non viene compreso è che la sostituzione delle valvole termostatiche deve essere vissuto come una grande opportunità per migliorare lo stato generale dell’impianto.

I condomini pongono attenzione all’euro in più o meno, o ai logorroici capitolati di lavoro inutili.
Manca la volontà di chiedere il ritorno economico garantito dell’operazione e discutere poi di quello.
La CST si pone come una realtà che è in grado d’affrontare la tematica di riqualificazione energetica globalmente, ma con contratti di EPC, energy performance contract, e non con contratti servizio energia calore.
La CST è un player del settore, in grado già da ora, di fare delle valutazioni molto più ampie, ad esempio le analisi di convenienza della valvole, vengono eseguite con strumenti di misura sul campo: termoflussimetri, termoigrometri, termografie, riportate su un nostro modello matematico e poi viene verificato il risultato finale.
Nelle trasformazioni da gasolio a a gas, piuttosto che nella conduzione manutenzione utilizziamo sistemi analoghi e riteniamo in questa fase di esse gli unici, considerando che tutte le nostre attività sono sempre controfirmate da un Ege civile certificato e accreditato.

Ci piace pensare che il mercato ci giudichi per la qualità del servizio e non per pochi euro in più o in meno, stiamo parlando di pochi euro veramente.

Lascia un commento