Idoneità statica, a Milano proroga di un anno

Siamo in Italia… si sta cavillando su un procedimento che su punta di diritto e non di sostanza.

Il punto che va posto al centro della disussione: siamo certi che dopo 50 anni le nostre case sono sicure?

Non è il caso di eseguire una verifica?

Chi acquista un alloggio avrà diritto di sapere la situazione di quanto sta acquistando?

Il cis (certificato di idoneità statica) dovrebbe fornire queste semplici risposte.

Vi sono casi in cui i condomini hanno contestato prove determinate dal cis e conseguente prove a strappo, ora puntualmente iniziano a cadere i primi pezzi di facciata e i condomini iniziano a litigare, scaricare con una certa dose d’ignoranza le responsabilità tra loro, senza concludere molto.

In alcuni casi si è sfiorato il pensiero che il colpevole del grado di decadimento delle facciate sia stato l’esame eseguito. Cioè sono andato dal dottore: mi ha detto che sono gravemente ammalato e la colpa pertanto è del medico che ha informato (non è una barzelletta credetemi).

I nostri lettori conoscono la ns. posizione di fermi sostenitori che le opere di riqualificazione energetica (qualunque opera) deve avere un valido, dimostrato, certo e garantito rientro economico e l’utenza deve essere libera di scegliere il fornitore.

Forse sarebbe meglio eliminare l’obbligo di installare un capotto/parete ventilata se si supera nell’operazione di recupero della superficie d’intervento del 10%, dell ‘area disperdente dell’edificio.

Lasciando questa parte al libero mercato. In funzione delle attuale agevolazioni fiscali, del valore del progetto e in base alle proprie possibilità economiche, il condominio decide/individua la propria soluzione. E’ questo vincolo il vero problema, non quella di conoscere se la propria casa abbia gravi deficienze, se passando per un cortile mi può cadere un pezzo di manufatto in testa e rincorrere il colpevole (sperando che non ci siano anche conseguenze di tipo penale) e come organizzarsi per recuperare la situazione.

Asso edilizia, ma più ancora i ns legislatori, farebbero meglio se si occupassero di questo elemento, che poi è il vero motivo della discordia, il resto sono cose marginali di copertura e di scarsa sostanza. E’ quindi la legge Regionale che va modificata in questa parte non quella comunale del cis (parlo di cis fatti seriamente).

https://www.quotidianocondominio.ilsole24ore.com/art/il-condominio/2019-10-01/idoneita-statica-milano-proroga-un-anno-203349.php?uuid=ACZW3Lo

Lascia un commento

Acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui all'informativa sulla privacy

Seguici su:

Studio24© 2019 All rights reserved. | Privacy Policy