Bonus Facciate vs Ecobonus: Qual È la Differenza?

Da quando il Bonus Facciate 2020 ha debuttato nel menu dei bonus fiscali disponibili per chi effettua dei lavori di ristrutturazione o riqualificazione energetica, questo nuovo incentivo ha fatto molto discutere. Oltre ai requisiti necessari e alle modalità di ottenimento, sono emersi dei dubbi su come questo si posizioni rispetto ad altri bonus.

In particolare:

  • Qual è la differenza tra Bonus Facciate ed Ecobonus.
  • Se il Bonus Facciate sostituisca l’Ecobonus oppure se i due siano sovrapponibili.

In questo articolo cercherò di fare chiarezza proprio su questi punti.

Qual è differenza tra Bonus Facciate ed Ecobonus?

In entrambi i casi parliamo di agevolazioni fiscali previste dalla Legge di Bilancio. Tuttavia, presentano delle differenze importanti. Nello specifico:

% detrazione Irpef

Una delle principali differenze tra Bonus Facciate ed Ecobonus, è l’entità della detrazione fiscale che spetta a chi sostiene l’investimento.

  • Ecobonus 2020: detrazione fiscale al 65% e 50%. Sono inoltre previste detrazioni maggiori (dal 70% all’85%) per la coibentazione dell’involucro e l’integrazione di miglioramenti antisismici.
  • Bonus Facciate 2020: detrazione fiscale al 90%.

Tipologia di intervento

  • Ecobonus 2020: lavori di riqualificazione energetica degli edifici condominiali, privati, commerciali o industriali.
  • Bonus Facciate 2020: ristrutturazione, restauro, pulizia e tinteggiatura delle facciate degli edifici.

Consulta nel dettaglio l’elenco degli interventi coperti da Ecobonus e rispettive detrazioni fiscali.

Tetto massimo di spesa detraibile

  • Ecobonus 2020:
    • 000 € per gli interventi di riqualificazione energetica.
    • 000 € per gli interventi sull’involucro dell’edificio.
    • 000 € per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale.
    • 000 € per l’installazione di pannelli solari utili alla produzione di acqua calda.
  • Bonus Facciate 2020: nessun limite di spesa.

Requisiti

  • Ecobonus 2020: è diretto sia a contribuenti privati sia a imprese che hanno eseguito lavori per la riduzione del fabbisogno energetico di un edificio o stabile. Ossia: interventi di riqualificazione energetica; interventi su edifici già esistenti; installazione di pannelli solari; sostituzione impianti di climatizzazione invernale.
  • Bonus Facciate 2020: spetta esclusivamente agli edifici ubicati nelle zone A e B individuate dall’articolo 2 del decreto n. 1444/1968 del Ministro dei lavori pubblici. In caso i lavori di rifacimento della facciata non siano di sola pulitura o tinteggiatura esterna, riguardino interventi influenti dal punto di vista termico, o interessino più del 10% dell’intonaco della superficie disperdente lorda complessiva dell’edificio, per usufruire dell’agevolazione è necessario soddisfare degli specifici requisiti di trasmittanza termica ed efficienza energetica.

Bonus Facciate ed Ecobonus sono sovrapponibili?

Un altro dubbio emerso a seguito della pubblicazione della legge riguarda la sovrapposizione del Bonus Facciate e dell’Ecobonus. Da quello che traspare a oggi, i due bonus non si sovrappongono ma coesistono. Dunque, sembra che a seconda del lavoro svolto si possa usufruire di una detrazione piuttosto che l’altra. Tuttavia, cercheremo di fare maggiore chiarezza sull’argomento non appena ci saranno delle dichiarazioni ufficiali.

Leggi la nostra guida sul Bonus Facciate 2020

Lascia un commento

Acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui all'informativa sulla privacy

Seguici su:

CSTERMIC All rights reserved. | Privacy Policy